Bidoni per raccolta differenziata e spazi comuni

pubblicato in: modifica destinazioni d'uso | 6
Share Button

BIDONI – CASSONETTI PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA E SPAZI COMUNI

Uno dei nuovi problemi relativi all’uso degli spazi condominiali concerne il posizionamento dei bidoni e cassonetti per i rifiuti relativi ai condomini e ad eventuali esercizi commerciali facenti parti del condominio.

In alcune città bidoni e cassonetti sono posizionati per strada e il cittadino provvede direttamente ad effettuare il deposito, ma sempre più spesso, i comuni effettuano il servizio cosiddetto “porta a porta” che prevede il posizionamento di  bidoni e/o cassonetti,  all’interno del condominio, nelle parti comuni .

Gli stessi vengono portati sulla strada al momento della raccolta (ulteriore adempimento e costo a carico del cittadino)secondo giorni e orari stabiliti da ogni singolo comune

bidoni_raccolta_differenziata

Le normative sulla  modalità di raccolta e lo smaltimento de rifiuti sono molto diverse  e sono rintracciabile nei portali del comune o delle società che effettuano la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti di ogni singolo comune. (ad esempio Pavia , Certosa di Pavia, Borgarello )

La sempre maggior diffusione della differenziazione della raccolta dei rifiuti comporta un aumento dei bidoni presenti nei condomini quali : raccolta carta, plastica, vetro, umido e indifferenziato secondo le normative presenti nei singoli comuni.

Bisogna innanzi tutto ricordare che la raccolta errata dei rifiuti da parte del singolo cittadino, può comportare contravvenzioni a carico del condominio ( non del singolo cittadino che ha provveduto in modo scorretto alla raccolta del rifiuti, in quanto generalmente irrintracciabile) da parte  della società adibita alla raccolta e smaltimento dei rifiuti.

Vengono effettuati controlli sul rispetto degli orari di posizionamento dei singoli bidoni al di fuori del condominio (giorni e orari  per la raccolta sono stabiliti da ogni singolo comune, nelle grosse città varia da zona a zona) e sulla corretta  raccolta dei rifiuti.

In merito all’obbligo di posizionare all’interno degli spazi comuni i cassonetti e/o bidoni la sentenza del TAR Piemonte, Sez. I, n. 1169, del 10 luglio 2015 conferma l‘obbligo  di posizionare all’interno dei cortili condominiali  i cassonetti e/o bidoni nel caso sia attivo il servizio di raccolta dei rifiuti “porta a porta”.

Nel caso di specie il tribunale aggiunge che:”Irrilevante la circostanza addotta dal condominio secondo cui la collocazione nel cortile interno avrebbe sottratto ai condomini aree adibite a parcheggio: si tratta di meri interessi privati che cedono il passo al preminente interesse pubblico teso alla corretta realizzazione del sistema di raccolta dei rifiuti “porta a porta”. 

Dove posizionarli all’interno del condominio sarà dettato da: presenza  di idonei spazi comuni di facile accesso sia per la raccolta che per il relativo trasporto  per lo smaltimento, nel rispetto di tutte le normative in materia.

Per quanto concerne gli esercizi commerciali, ogni singolo comune applica proprie regole specifiche, generalmente i negozi (soprattutto bar e ristoranti) sono dotati di propri bidoni
per la raccolta dei rifiuti,  gli stessi non possono essere posizionati sul suolo pubblico (controlli vengono effettuati dal comune ASL e NAS) .

Se non esistono idonei spazi all’interno degli esercizi commerciali (quali balconi pianerottoli etc)gli stessi devono essere posizionati insieme a quelli del condominio negli spazi comuni dello stesso, In merito vedasi le sentenza  Corte di Cassazione n.2331/81 e n.3874/97 che dispongono gli stessi diritti di utilizzo delle parti comuni per gli esercenti attività commerciali posizionate nel condominio e i  condomini .

cassonetti_raccolta_differenziata_pavia

Spetterà all’amministratore trovare la soluzione migliore per il posizionamento degli stessi rispettando il decoro del condominio e le regole di igiene ambientale e di facile accesso agli stessi

   

maria pietrocola     Visualizza il profilo di Maria Pietrocola su LinkedIn

Maria Pietrocola

Laurea in Giurisprudenza nel 1993  presso Università Statale di Milano.
Tesi. IN PROCEDURA PENALE COMPARATA argomento MISURE CAUTELARI IN FRANCIA E ITALIA Terminata la pratica legale svolta PRESSO STUDIO LEGALE DONDE’ amplia la propria esperienza all’interno di Aziende che si occupano di settori diversi , dal settore Rifiuti al settore Formazione all’Impiantistica  e  per ultimo in una multinazionale nel settore it technology quale responsabile  legale con mansioni relative alla contrattualistica,  all’ aggiornamento normativo interno, compliance, alla Privacy, alla Legge 231/01 Sicurezza sui luoghi di lavoro e diritto societario. Da circa due anni svolge collaborazioni in Milano con Studi  Legali e Professionali in ambito legale e giurisprudenziale redigendo documenti e atti legali.

 

6 Responses

  1. rosario

    molto chiaro solo che il dubbio resta quando il cortile condominiale è di proprietà di un singolo, infatti i condomini godono solo del diritto di passaggio. in questo caso i contenitori dove vanno posizionati?

    • admin

      Buongiorno, purtroppo con i pochi elementi in nostro possesso non è possibile dare indicazioni precise.

  2. Max

    Buonasera,
    in questi giorni nel mio comune Padova, nello specifico nel quartiere, e in atto il passaggio al sistema porta porta.
    Ora sorge il problema dove collocare i cassonetti…. Essendo il mio un condominio molto vecchio non ha spazzi predisposti o liberi nel cortile, tra l’altro non enorme… Abitando io al primo, con poggioli e finestre tutti interni sul cortile… Ho timore che si inventino di posizionare detti contenitori proprio li sotto… appunto sotto i miei poggioli..
    Se ciò avvenisse posso tentare di farli rimuovere ? Io ho già allertato l’amministratore che la cosa non è me gradita…
    Grazie

    • admin

      Buongiorno,
      mi scuso per il ritardo nella risposta, le consiglio di verificare regolamento comunale e condominiale per poter eventualmente chiedere che non vengano posizionati sotto le finestre.

  3. carolina

    Salve, vorrei sapere se esistono leggi che indicano la distanza minima della zona rifiuti dalle abitazioni, all’interno di un cortile condominiale.

    grazie mille
    C

    • admin

      Buongiorno,
      I cassonetti per la raccolta differenziata devono essere posizionati in modo tale da non costituire fastidio e non creare un ingombro nemmeno per le abitazioni: le distante, in questo caso, sono stabilite attraverso delibere comunali e possono pertanto variare da zona a zona. Per avere le informazioni relative al posizionamento è necessario rivolgersi all’ufficio competente del Comune. Per quanto riguarda i condomini, il posizionamento dei cassonetti per la raccolta differenziata di proprietà condominiale deve essere stabilito tramite assemblea. In questo caso, la proposta di posizionamento deve essere approvata con la maggioranza del 50%+1 degli intervenuti e 500 millesimi. Tale norma permette di stabilire il posizionamento sulla base delle caratteristiche dell’edificio, evitando di creare intralcio e disturbo per tutti o alcuni dei condomini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.